Artigianato e Palazzo 2017: il giardino del made in Italy

In accessori, arredamento, Arte, Artigianato e Palazzo, blogger, calligrafia, candele, cappelli, carta, cravatta, design, editoria, food, gelato, gioielleria, giovani, innovazione, interior design, Libri, lifestyle, liuteria, moda, museo, oggettistica, papillon, pelletteria, piume, profumi, scuole di moda, territori, tessuti, vetro

un patrimonio di savoir faire raccontato e mostrato con eleganza e cultura del bello, da proteggere, valorizzare ed innovare, rappresentato da più di 70 artigiani, tra nuovi giovani emergenti selezionati in blogs&crafts e canoniche conferme, tutti ambasciatori del vero made in Italy. Nell’incantevole cornice fiorentina del giardino corsini, scenografia perfetta della mostra, neri torrigiani e Giorgiana Corsini sono stati i registi della nuova edizione di artigianato e Palazzo, raffinato e ricercato palcoscenico dell’eccellenza dell’artigianalità. ecco la mia esperienza ad Artigianato e Palazzo.


Nulla lasciava immaginare che essere invitati ad Artigianato e Palazzo significasse essere proiettati in un mondo così particolare, in un “Pianeta Artigiano”, in un’atmosfera così unica che ti avvolge appena varchi il cancello del giardino Corsini.

Vista sulla loggia di Artigianato e Palazzo

Profumi di agrumi, peonie, rose, narcisi e lavande.

Artigianato e Palazzo narcisi

Colori cangianti, dal giallo al rosa, al blu. Statue ricamate dal muschio sullo sfondo azzurro del cielo fiorentino. Odorosi vialetti confluiscono lungo il viale centrale del giardino, cesellato da fiori e siepi all’italiana, che guida l’occhio verso la loggia del Palazzo che, con i suoi archi a tutto sesto, dà il ritmo all’intero quadro.

Artigianato e Palazzo vialetto del Giardino Corsini

Benvenuti nel giardino Corsini, aperto per l’occasione, ormai divenuto il simbolo e la metonomia di un evento unico, entrato di diritto nei calendari del made in Italy e di tutti coloro che sono sensibili all’artigianalità di qualità: la mostra Artigianato e Palazzo che, quest’anno, si è svolta dal 18 al 21 maggio, coinvolgendo oltre 10.000 visitatori.

opera cerbiatti Artigianato e Palazzo

Il tema portante della mostra è stato “Fiori d’Arancio”, completamente dedicata al mondo del wedding: Firenze sempre più si propone come meta preferita per il fatidico “sì” e, dunque, perché non far convergere la potenza creativa degli artigiani partecipanti su questa tematica? Così gli artigiani sono stati chiamati ad interpretare, nei loro ambiti di competenza, il tema proponendo oggetti unici, come unico è il momento del matrimonio.

Artigianato e Palazzo Mughetti

Anche la kermesse “Ricette di Famiglia”, a cura della giornalista gastronomica Annamaria Tossani, si è screziata del profumo di fiori d’arancio. 

Ricette di Famiglia Artigianato e Palazzo

Per quest’anno e gli ospiti invitati, incorniciati nel giardinetto delle rose, hanno raccontato aneddoti e curiosità legati al matrimonio, mentre gli chef di DESINARE at Riccardo Barthel hanno dato libero sfogo alla propria creatività riproponendo, in chiave rivisitata, dei must-to-eat dei classici menu matrimoniali, occasione molto apprezzata dagli astanti, grazie a degustazioni su meravigliosi serviti delle collezioni Richard Ginori.

Artigianato e Palazzo Richard Ginori

La colonna sonora di una passeggiata in questo giardino in via della Scala, a Firenze, sarebbe composta dalle note della manualità: mille mani che creano, perfezionano e mostrano il bello realizzato a mano e, dunque, con il cuore.

Artigiano al lavoro Artigianato e Palazzo

La regia di questa favola medicea è di Neri Torrigiani, impeccabile cicerone capace di trasmettere il suo entusiasmo a tutti gli ospiti e della principessa Giorgiana Corsini, ineccepibile e decisa padrona di casa ed anima di questo milieu.

 

Entrambi riescono, ogni anno, con buon gusto e con la sicurezza della competenza, a ricreare questo splendido spaccato nella Firenze dei giorni nostri, dove l’artigianalità pura, il made in Italy vero, la cultura del bello e dell’unico si fondono, facendo confluire in questo scrigno di giardino all’italiana il meglio dell’artigianalità, attraverso un processo intenso, instancabile e continuo di ricerca, selezione e curatela espositiva che dura un anno e che permette ad Artigianato e Palazzo di essere un microcosmo della qualità made in Italy, non una fiera, non un’esposizione, bensì una mostra, di essere una parentesi di gusto, eleganza, in un mondo digital spesso troppo affannato dalla ricerca del clamore e della velocità.

Trucioli Artigianato e Palazzo

Così, in un pullulare di botteghe che mostrano le loro opere, lo scricchiolio dei propri passi sulla ghiaia del giardino si fonde con i suoni di tante mani che creano ed in questa atmosfera serena, festosa, ricercata e calma, si ha tutto il tempo per assaporare gli oltre settanta espositori.

Generica Artigianato e Palazzo

La bravura di Neri Torrigiani e di Giorgiana Corsini è anche nell’evitare di cristallizzare l’idea di artigianatlità, di cedere alla facile strada del memento, del nostalgico ricordo: difatti, Artigianato e Palazzo si è rivelata un’esperienza avvolgente, dinamica, veloce ed innovativa, come d’altronde è anche l’artigianato contemporaneo di qualità: è una (e forse l’unica) risposta vincente del vero, genuino made in Italy, perché vera e genuina è la passione che percepisci negli occhi degli artigiani a lavoro.

Questo slideshow richiede JavaScript.


#blogs&crafts2017

Blogs&Crafts ad Artigianato e Palazzo

Anche per quest’anno, l’innovazione ha trovato spazio in una delle limonaie del giardino, dedicata ai giovani emergenti, ai giovani artigiani che hanno scommesso su se stessi e sul potere delle loro mani per il proprio futuro, con tenacia, passione ed allegria: 10 artigiani under35 sono stati selezionati per questa manifestazione. Grazie alla collaborazione con “Source“, tra di essi si è nascosta la vincitrice del “Premio Source”: la vincitrice 2017 è stata Giorgia Vergamini di Raro Atelier, che si è aggiudicata uno stand alla prossima edizione di quest’importante manifestazione dedicata al design autoprodotto.

la squadra di Blogs and Crafts ad Artigianato e Palazzo

Ma Blogs&Crafts ha anche chiamato a sé una squadra di blogger tra cui Italian Crafting, per raccontare l’evento: in realtà si è dimostrata l’occasione per conoscere colleghi simpatici, competenti, professionali, per fare networking e per migliorarsi come, ad esempio, con le entusiaste (e molto competenti) Federica e Barbara, le food blogger Giulia, Maria Rosaria e Natascia, la curiosissima Sasha, la simpaticissima Laura, l’instancabile Gilberto e la vulcanica e simpaticissima Alice che, con il suo Ali di Firenze, tra il mestiere di mamma, l’organizzazione di eventi “speciali” ed un atelier di e-commerce, racconta Firenze, la Toscana, l’Italia con un magnetico French touch, come mi ha spiegato in un’intervista che mi ha concesso:

 

I blogger sono stati ospitati in una struttura di Starhotels a Firenze, un hotel dal gusto e dall’accoglienza ineccepibili, con uno staff ospitale ed impreziosito da un ristorante à la carte semplicemente prelibato, nel quale è possibile gustare una cena perfettamente toscana firmata Eataly: perché anche questo è made in Italy!

Mostra Salvatore Ferragamo Artigianato e Palazzo

Blogs&Crafts è un’iniziativa sostenuta anche dalla Fondazione Ferragamo che mi ha dato la possibilità di partecipare all’inaugurazione della mostra “1927: il ritorno in Italia. Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento” presso il Museo Salvatore Ferragamo, un fulcro di cultura ed arte magistralmente diretto da Stefania Ricci.

Header Salvatore Ferragamo Artigianato e Palazzo

La mostra ricade nell’anno dell’anniversario dei novant’anni del rientro di uno dei protagonisti del made in Italy, dagli Stati Uniti.

Mostra Titolo Salvatore Ferragamo ad Artigianato e Palazzo

Il Museo così si trasforma in una nave, grazie agli allestimenti ed alle istallazioni che catapultano il visitatore nel transatlantico che riportò Salvatore Ferragamo in Italia, fungendo anche da metafora della formazione – come in una sorta di Bildungsroman – del designer artigiano.

Scarpa Salvatore Ferragamo Artigianato e Palazzo

Gli oblò e gli spazi della nave, in pieno centro a Firenze, diventano così finestre sull’Italia degli anni Venti: quali erano le suggestioni e gli stimoli estetici, culturali, sociali che Salvatore Ferragamo incontrò?

Installazione oblò Museo Ferragamo Artigianato e Palazzo

Qual era la società dell’epoca? Come erano le donne, la comunicazione e lo stile di vita? Perché proprio Firenze?

Costumi Salvatore Ferragamo Artigianato e Palazzo

Queste ed altre domande trovano risposta in questa mostra unica nel suo genere, colta, profonda, che dimostra come la moda e lo stile siano qualcosa di estremamente più profondo di quel che si pensa: una mostra-nave “must-to-see” per un viaggio nella storia, salpata ufficialmente il 19 maggio e che è visitabile fino al 2 maggio 2018.

I giovani crafters ad Artigianato e Palazzo

La rosa dei dieci giovani crafters under35 del 2017 imbarazza per la bravura di tutti i partecipanti selezionati e per la loro varietà: ceramica, termosifoni artistici, bijoux bio, magie del legno, mosaico, costumi teatrali d’epoca, design e pelletteria. Questi gli ambiti dell’innovazione dei giovani. Ma scopriamoli insieme.

Veronica Di Pietrantonio e Angela Dell’Oso: il fascino della filologia del taglio storico

Di Pietrantonio Dell'Oso Artigianato e Palazzo

Veronica ed Angela, giovanissime costumiste fanno riassaporare il fascino dei costumi teatrali.

Costume Storico Artigianato e Palazzo Di Pietrantonio Dell'Osso

La prima, laureata in Costume per lo Spettacolo teatrale all’Università di Firenze e con esperienze in teatri, si occupa della costruzione e della progettazione di costumi d’epoca che disegna a mano e reiterpreta, nonché gestisce anche il reparto costumi della casa di produzione teatrale Tedavi’98.

Di Pietrantonio dell'Oso Artigianato e Palazzo dettaglio

Angela, anch’essa laureata in Costume per lo Spettacolo teatrale, è designer e sarta di moda con una specializzazione in taglio storico: appassionata della realizzazione di abiti su misura, porta avanti anche dei progetti di moda sostenibile in Abruzzo, dove è nata e realizza a mano incantevoli costumi.

Disegni di Pietrantonio e delllOso ad Artigianato e Palazzo

Dall’incrocio di competenze e sensibilità diverse, Veronica ed Angela creano costumi unici, con una cura minimale del dettaglio, unendo grande cultura per la storia del costume, sensibilità artistica e capacità di rendere ogni costume il protagonista della scena.

Disegni Di Pietrantonio e dellOso ad Artigianato e Palazzo dettagli

 

L’intarsio del legno fra tradizione ed innovazione con Luca Dolce ed Amedeo Sorrentino

Luca Dolce ed Amedeo Sorrentino Artigianato e Palazzo

Simpatia e precisione per realizzare oggetti unici, scrigni pregiati, portagioie, mobili antichi restaurati rispecchiando la tradizione e l’accuratezza dell’arte dell’intarsio, declinandola con l’innovazione. Ecco a voi Luca Dolce ed Amedeo Sorrentino, 30 e 34 anni, da Napoli (www.restauromobiliecornici.com).

Luca Dolce ed Amedeo Sorrentino Artigianato e Palazzo dettaglio

Per loro il legno, il restauro di mobili antichi, le miniature non hanno segreti: rifiniture di pregio, cura minimale del dettaglio, pazienza e passione per il settore, ereditate dalla famiglia, rappresentano oggi la quarta generazione di artigiani partenopei. Per ogni singolo scrigno possono anche impiegare due mesi di lavoro ma il risultato è impeccabile.

 

A cavallo tra artigianato e design con Sabrina Fossi

Sabrina Fossi design Artigianato e Palazzo

32 anni, toscana e talento da vendere: Sabrina Fossi da ormai tre anni si è lanciata nella nuova avventura a cavallo tra design ed artigianato, riscuotendo subito successo soprattutto all’estero con Sabrina Fossi Design: qualità garantita, tutto 100% made in Italy ed una marcata impronta verso il design sono i tratti del DNA di questa giovanissima artigiana che strizza l’occhio ad uno stile internazionale restando sempre legata alla sua matrice artigianale. Con lei gli orologi non saranno più li stessi: provare per credere!

 

Alberto Giampieri e la magia della ceramica

Alberto Giampieri Artigianato e Palazzo

Artista della ceramica, capace di plasmare ed innovare con le sue mani con questo materiale che è sempre affascinante, Alberto Giampieri, dopo una laurea in economia fonda, nel 2011, il suo laboratorio “L’Arco Azzurro” e non finisce mai di modellare, riprendendo la sua passione per il foggiare che aveva sin da piccolo. Eleganza, linee sinuose senza tempo, dettagli floreali per oggetti ricercati che riescono ad impreziosire qualsiasi ambiente.

 

Lo charme del mosaico rivisitato con I’M Italian Mosaic di Elisa Lonetti e Roberto Hamed

I'M Italian Mosaic Artigianato e Palazzo

Elisa e Roberto di I’M Italian Mosaic, entrambi maestri mosaicisti che si sono conosciuti proprio tra i laboratori della Scuola Mosaicisti del Friuli sono capaci di realizzare dei cortocircuiti creativi tra passato e futuro: l’arte millenaria del mosaico e la precisione estrema di creare con tessere e martelletto opere visive, sono declinate con il gusto dell’interior design attuale. Elisa e Roberto sviluppano così opere per spazi ed arredamenti di interni, ma anche monili ed oggettistica, unendo l’abilità del mosaicista con gli ultimi trend. Il risultato? Oggetti unici, colorati, innovativi, dall’eco storica di una tradizione italiana nota in tutto il mondo ma al passo con i tempi.

 

Stampe e creatività di Antonio Malaspina

Malaspina Artigianato e Palazzo

Antonio Malaspina (antoniomalaspina89@gmail.com), molisano DOC trasferitosi a Firenze, reinterpreta l’arte della stamperia. Per lui la xilografia, la seriografia, la calcografia e la tipografia a caratteri mobili vanno a braccetto con le nuove tecniche di stampa digitale.

Malaspina dettaglio Artigianato e Palazzo

Diplomatosi all’Accademia di Belle Arti, Antonio si definisce uno “stampatore” ma in realtà è in grado di curare ogni singolo progetto di stampa, dalla sua ideazione alla sua realizzazione, alternando creatività, design e manualità che rendono ogni sua brochure, edizione limitata, logo, brochure e gadget particolare ed unici nel loro genere.

 

Gli straordinari termoarredi design di Alessandro Nannini

Caskel Artigianato e Palazzo

Alessandro produce termoarredi strabilianti: crea a mano radiatori e termosifoni di design con la sua Caskel che da Lucca esporta in tutto il mondo. Con lui quasi si spera che venga il freddo per avere la scusa di esporne uno. I suoi termoconvettori sono delle vere e proprie opere d’arte, adatte ad ambienti di prestigio e completamente personalizzabili. Alessandro, dopo una laurea in ingegneria, va a bottega e dall’unione delle sue competenze ingegneristiche ed artigianali plasma l’alluminio, il rame ed il veriglass per creare dei complementi d’arredo che tutto farebbero pensare fuorché a dei termosifoni, avendo anche la possibilità di personalizzare la texture e le immagini.

 

Giorgia Vergamini: l’eleganza del cuoio dell’atelier Raro

Giorgia Bergamini di Raro vicintrice Blogs and Crafts 2017 di Artigianato e Palazzo

Giorgia Vergamini ha 26 anni ma il suo stile è di un’esperta designer e realizzatrice di accessori in cuoio.

Giorgia Bergamini di Raro vicintrice Blogs and Crafts 2017 di Artigianato e Palazzo dettaglio

Basta osservare le sue creazioni del piccolo e raffinato Raro, l’Atelier del cuoio a Livorno, uno scrigno nel quale nascono, con pazienza certosina, punto dopo punto, borse senza tempo, essenziali e contemporanee, tutte realizzate a mano, con calma, con lo spago cerato a due aghi e pelle vegetale.

Collezione Raro atelier ad Artigianato e Palazzo

Così, con stile ed eleganza, nascono Olivia, Noa, Nora, Lena e Zoe, declinazioni estetiche dell’unione della lavorazione artigianale con il gusto contemporaneo.

 

Una creatività naturale: lo stile bio di Daniela Quadrelli e la sua Organic Earrings

Organic Earrings di Daniela Quadrelli

Poco più che trentenne, Daniela realizza bijoux bio con la sua Organic Earrings. Nata in un ambiente artistico e laureata in Storia dell’Arte, il suo senso estetico l’ha portata a carpire la bellezza della natura traducendola in bijoux fatti a mano recuperando foglie di scarto di piante come l’agave.

dettagli Organic Earrings di Daniela Quadrelli

La natura, la sua varietà estetica, l’unicità di ogni singola pianta rendono ogni sua creazione ancor più irripetibile. In questo modo Daniela si dimostra una sensibile interprete del trend del materiale naturale ma soprattutto mira a valorizzare la bellezza della natura con l’intervento creativo dell’uomo.

 

Il Ragazzo del Legno: Vito Salerno e l’incanto delle sue opere

Vito Salerno Artigianato e Palazzo

A ventiquattro anni, Vito Salerno (vitosalerno92@outlook.com), di Chiaramonte Gulfi (RG) ha un talento naturale nella realizzazione di tavoli, scacchiere, orologi, con legno massello. Vito ha iniziato a lavorare in falegnameria con il papà a sedici anni e nel 2015 si è trasformato ne “Il Ragazzo del Legno”: le sue geometrie e le illusioni ottiche à la Escher rendono ancor più strabilianti le sue creazioni!

dettaglio di Vito Salerno ad Artigianato e Palazzo

Vito progetta e realizza in piena autonomia creazioni uniche e dal gusto deciso: dettagli preziosi, stile miminal ed estremamente contemporaneo e materiali di altissima qualità fanno dei suoi oggetti esempi di artigianalità, design e gusto internazionale, perfetti in ogni dettaglio.


gli artigiani in mostra scelti da

italian crafting

Un ventaglio multicolor di artigiani che hanno popolato il giardino, le limonaie ed ogni angolo di questo meraviglioso giardino: tocchi di colore e di artigianalità, un piacere per gli occhi essere circondati da tanto savoir faire, da oggetti unici, dalla passione degli artigiani che realizzano le loro creazioni.

piume intro ad Artigianato e Palazzo

Gioielli e sculture di carta; l’intarsio fiorentino o la pelletteria artigianale senza uso di macchina da cucire reinterpretati dal rigore nipponico; il fascino senza tempo della cultura del cappello; la rivisitazione del panno casentino; la magia di un potpourri dalla ricetta segreta e multicentenaria; l’eccellenza nello stile delle scarpe su misura; l’ipnosi ed i colori delle piume; la grazia del corallo; l’arte del cesello; la tempra di borse fatte a mano; la magia del design; lo stile di cravatte internazionali. Ecco la carrellata di artigiani scelti da Italian Crafting.

Mazzanti Piume ad Artigianato e Palazzo

Duccio Mazzanti ad Artigianato e Palazzo

Uno dei protagonisti indiscussi della mostra è stata Mazzanti Piume che ho già intervistato in questo articolo completamente dedicato a questa splendida realtà, apprezzata dagli uffici stile dei brand di haute couture e prét-à-porter di tutto il mondo.

Piume Mazzanti ad Artigianato e Palazzo

Artigianato e Palazzo è stato inondato dai colori e dalla raffinatezza allegra di creazioni che hanno colorato e deliziato l’atmosfera, così come riescono a stupire e ad impreziosire passerelle e red carpet del mondo.

Nanà Firenze di Duccio Mazzanti ad Artigianato e Palazzo

Duccio Mazzanti ha interpretato questa edizione anche con il suo brand Nanà Firenze, dal soprannome di nonna Natalina da cui tutto è partito assieme a nonno Lelio.

Dettaglio Mazzanti Piume ad Artigianato e Palazzo

In un tripudio di boa e di copricapi, l’angolo Mazzanti è stato sicuramente tra i più scenografici, complice un’onda di piume che hanno fatto da sfondo alle sue creazioni che dimostrano l’inventiva e l’estro di Duccio Mazzanti e della sua dinamica abilità nel riuscire ad innovare nei tagli, nei mix e nei colori uno dei simboli più affascinanti dell’eleganza.

Duccio Mazzanti dettaglio stand ad Artigianato e Palazzo

 

Arual Dem ad Artigianato e Palazzo header

Aural Dem ad Artigianato e Palazzo

La trentenne Laura – in arte Arual Dem – è stata la vincitrice di Blogs and Crafts 2015.

Aural Dem ad Artigianato e Palazzo dettagli

Con lei la carta è nobilitata a gioiello: bijoux di carta, tutti realizzati a mano, per uno stile consapevole dell’importanza e del valore di questo materiale. Una vaga eco giapponese e la cultura dell’origami, infusa di savoir faire fiorentino rende i gioielli Aural Dem unici.

Aural Dem ad Artigianato e Palazzo dettagli 2

La filosofia di Laura è intrisa di blu, che le ricorda le sue origini pugliesi e greche ma che le trasmette anche la giusta serenità per la lavorazione della carta, un po’ zen. Il risultato? Monili unici, design, intrecci di storie di carta a volte dorata, altre argentata, altre ancora incastrata con perizia e manualità in trame psichedeliche, specialmente per la nuova collezione A.bsolute.O che gioca con i contrasti cromatici del nero e del bianco, per uno stile eco-consapevole, handmade in Florence with love ma, contemporaneamente, internazionale.

 

Zouganista ad Artigianato e Palazzo

Zouganista ad Artigianato e Palazzo

Ironia, passione e precisione: ecco gli ingredienti di Takafumi Mochizuki, il protagonista di Zouganista.

Zouganista ad Artigianato e Palazzo dettagli 2

È venuto a Firenze dal Giappone nel 2007 per apprendere l’arte dell’intarsio, affascinato dalla tradizione e dalla cultura per il restauro di mobili antichi e per l’antica arte del legno.

Zouganista ad Artigianato e Palazzo dettaglio 4

Nel 2014 crea “Zouganista”, da un gioco di parole che marchia le sue opere di legno intarsiato.

Zouganista ad Artigianato e Palazzo dettagli

Il suo approccio è però estremamente innovativo: in un florido mix culturale a cavallo tra la precisione nipponica e la genialità italiana, Takafumi innova quest’arte, realizzando anche lettere, forme di scarpe e di cappelli, lampade e, addirittura, papillon e copri obiettivi per fotocamere.

Zouganista ad Artigianato e Palazzo dettagli 3

Non sarà un caso che è stato il vincitore di Blogs&Crafts 2014?

 

Consorzio Il Cappello di Firenze Artigianato e Palazzo

Nato trentun’anni fa per radunare le più importanti realtà nel mondo dei cappelli fiorentini, ad oggi il Consorzio “Il Cappello di Firenze” difende l’antica ed affascinante tradizione dei cappelli in paglia che hanno visto nella zona fiorentina della Signa la propria terra d’elezione.

Il Cappello di Firenze ad Artigianato e Palazzo

“Il Cappello di Firenze” è oggi una realtà che promuove la cultura del cappello di paglia fiorentino.

Il Cappello di Firenze cappelli dettaglio ad Artigianato e Palazzo

Si tratta di un accessorio evergreen declinato in forme, colori ed intrecci sempre diversi ma unici perché realizzati a mano, come hanno dimostrato ad Artigianato e Palazzo con una macchina degli anni Venti dinanzi alla quale un’artigiana, ad occhio e con il movimento delle mani, riproduce la forma del cappello che ha davanti!

Il Cappello di Firenze ad Artigianato e Palazzo dettaglio

 

Il Merlo Bags ad Artigianato e Palazzo

Il Merlo Bags ad Artigianato e Palazzo

Una storia unica come i suoi prodotti: stiamo parlando de “Il Merlo Bags”  di Kyoko Morita. Nata a Chicago, cresciuta a Nara, in Giappone, Kyoko studia interior design a Kyoto e lavora a Tokyo ed Hong Kong prima di trasferirsi in Toscana, dove frequenta la Scuola del Cuoio a Firenze e va a bottega da Dimitri Villoresi.

Il Merlo Bags ad Artigianato e Palazzo dettagli

Quindi lancia “Il Merlo Bags”, un brand che unisce l’eleganza e l’essenzialità nipponica con l’artigianalità e la tecnica fiorentine. Le sue borse sono tutte realizzate completamente a mano senza l’uso di macchina da cucire, creando accessori minimal ma divertenti, proprio come il merlo, uccello che ha visto per la prima volta in Italia.

Il Merlo Bags ad Artigianato e Palazzo dettagli 2

Crizu ad Artigianato e Palazzo

Anna Bonino per Crizu ad Artigianato e Palazzo

Con Anna Bonino e la sua “Crizu” la carta vive di vita nuova, trasformandosi in opere di design e bijoux.

Anna Bonino per Crizu ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Un’arte ed una passione ereditata dalla mamma, Cristina, una delle pioniere del bookfolding, soprannominata Crisu ma, negli Stati Uniti, dove hanno vissuto, è stato necessario scrivere “Crizu” per mantenere la giusta pronuncia. Vecchi libri, destinati al macero, dei quali non si taglia nulla tranne la copertina, vengono trasformati in manufatti di pregio, design e dal fascino garantito, in chiave di upcycling.

Anna Bonino per Crizu ad Artigianato e Palazzo dettaglio 2

 

T.A.C.S. ad Artigianato e Palazzo

TACS Panno Casentino ad Artigianato e Palazzo

La Premiata Tessitura T.A.C.S. è una delle punte di diamante della zona del Casentino, che dà il nome all’omonimo panno, una delle più antiche ed interessanti tessiture in Italia, dalla storia che affonda le radici in secoli fa e che intreccia le sue trame (o meglio, i suoi famosissimi riccioli) nelle dinamiche culturali e socioeconomiche dell’Italia centrale. Oggi, a guidare T.A.C.S. è la terza generazione di una famiglia dedicata al panno casentino, declinato in capispalla per uomo, donna e bambino nonché in una serie di interessanti accessori.

TACS Panno Casentino ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Le collezioni sono caratterizzate da un caledoscopio di colori scelti, spesso accesi: si dice siano nati da errori di produzione, inaspettate tonalità decise che fanno sì che ogni capo sia ancora più unico nel suo genere.

 

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo

Perfezione, ricercatezza, accuratezza: Mario Bemer è uno degli ambasciatori italiani più importanti al mondo per l’arte della realizzazione di scarpe maschili su misura.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Da Firenze verso tutto il mondo, le sue creazioni, custodite in meravigliose scatole di legno, sono portatrici di una cura del dettaglio quasi ossessiva.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio 2

Per una singola scarpa si può arrivare tranquillamente a 70 ore di lavorazione e la realizzazione interamente manuale permette a Mario di personalizzare, completamente, ogni scarpa secondo le esigenze dei clienti.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio 3

Il genio di Mario si coniuga in una linea ready to wear, in una linea made to order ed in una linea completamente bespoke.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio 4

Tutto nasce dal fratello di Mario, Stefano che, nel 1982, iniziò l’arte dello shoe making a Greve in Chianti, mosso dalla consapevolezza che non c’era più nessuno, allora, in quel meraviglioso fazzoletto di Toscana, in grado di aggiustare un paio di scarpe.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio 5

E così l’avventura familiare ebbe inizio e, nel 1999, Mario si affiancò al fratello. Pelle, eleganza, dettagli per delle scarpe uniche, realizzate a mano, profondamente fiorentine ed italiane, innovando nel gusto e restando fedeli all’artigianalità.

Mario Bemer ad Artigianato e Palazzo dettaglio 6

 

Santa Maria Novella Artigianato e Palazzo

Officina Profumo Santa Maria Novella Firenze ad Artigianato e Palazzo dettaglio 1

Con l’Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella c’è l’essenza dello spirito fiorentino. Fondata nel 1612 a Firenze, oggi è un tempio di eleganza olfattiva, di tradizione, di innovazione.

Officina Profumo Santa Maria Novella Firenze ad Artigianato e Palazzo dettaglio 4

La cultura del profumo, della farmacia, delle essenze, della botanica si sublimano in creazioni e prodotti unici, che perseguono gli stessi, elevatissimi, standard di qualità di una volta, così come la bellezza dei fiori e le proprietà delle piante sono declinate con la stessa passione.

Officina Profumo Santa Maria Novella Firenze ad Artigianato e Palazzo dettaglio 3

L’Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella è, oggi, un museo, un giardino, un simbolo della città medicea perché affonda le sue radici nelle evoluzioni urbane, storiche, stilistiche, culturali, economiche e sociali della città.

Officina Profumo Santa Maria Novella Firenze ad Artigianato e Palazzo dettaglio 2

All’ingresso della limonaia grande del Giardino Corsini, il profumo della loro esposizione ha inebriato tutti gli ospiti grazie al potpourri che è stato offerto e lavorato sul momento: in un orcio grande, una miscela tradizionale e segretissima viene lavorata per più di un anno e poi racchiusa in eleganti sacchetti di seta, irresistibili come tutti gli altri prodotti di questa realtà unica al mondo, orgoglio fiorentino e rappresentante del valore storico e culturale dell’artigianalità italiana.

Alessio Sorrentino ad Artigianato e Palazzo

Sorrentino corallo ad Artigianato e Palazzo

Con loro siamo alle falde del Vesuvio, a Torre del Greco, dove la lavorazione del corallo è un must.

Sorrentino corallo ad Artigianato e Palazzo dettaglio 2

Qui, Alessio Sorrentino ha portato avanti, sin da giovanissimo, quest’antica arte che oggi è stata tramandata al figlio Vincenzo che, dopo la laurea, ha deciso di seguire le orme del padre artigiano e, quindi, della libertà di fare un lavoro appagante, lavorando coralli, il turchese, l’ambra, la madreperla, i cammei ed altri materiali.

Sorrentino corallo ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Con Silvia, sua moglie, l’azienda ha continuato ad innovare, realizzando gioielli e creazioni di design che coniugano la manualità e la tradizione dell’arte del corallo con le nuove tendenze stilistiche per la realizzazione di monili di pregio, completamente fatti a mano, innovativi, eleganti e sicuramente unici.

 

Enzo Cerfagli Artigianato e Palazzo

Enzo Cerfagli ad Artigianato e Palazzo

È possibile unire la tradizione del cesello con la gioielleria? La risposta di Enzo Cerfagli (enzocerfagli@icloud.it) è “Sì”. La sua nuova collezione, “Work in Precious” è un esercizio di manualità e di stile.

Enzo Cerfagli ad Artigianato e Palazzo dettaglio 1

Design extra-contemporaneo, linee fluide e decise e molto d’avanguardia, variegate e decise, si specchiano nella tecnica del cesello, che Enzo pratica da quando aveva 13 anni. Il risultato? Una collezione super-contemporanea di monili che fondono tecniche antiche con nuovi spunti stilistici.

Valevù ad Artigianato e Palazzo

Valevù ad Artigianato e Palazzo

Valentina, la giovane mente creativa dietro Valevù, ha immaginato una collezione di borse utili, ergonomiche, belle ed uniche. Innovazione e tradizione sono legate a doppio filo con Valevù: la lavorazione artigianale della pelle toscana si unisce all’utilizzo di materiali come filati in PVC e con le tecniche più moderne di tessitura. Ergonomia made in Italy per borse completamente realizzate a mano e dunque uniche, come certificato dall’etichetta: accessori pratici e nel contempo eleganti nella filosofia del “No age, no season“.

 

D'Ago Cravatte ad Artigianato e Palazzo

D'Ago Cravatte ad Artigianato e Palazzo

D’Ago cravatte è il brand che nasce dalle mani e dall’esperienza di Giuliana Di Agostino che, dopo aver collaborato con brand internazionali come YSL, Ermenegildo Zegna e Tom Ford, Brioni, ha lanciato questo marchio che rispecchia l’alta manifattura di uno degli accessori irrinunciabili dell’eleganza maschile.

D'Ago cravatte ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Così sete, ma anche lino, lane ed altri tessuti pregiati vengono abilmente usati per la realizzazione di cravatte ed altri accessori maschili come splendide sciarpe, tutti completamente realizzati a mano.

Tommaso Pedani ad Artigianato e Palazzo

Tommaso Pedani ad Artigianato e Palazzo

Si entra in un’atmosfera rarefatta, diversa, rarefatta: l’imponenza dell’eleganza di un violoncello che quasi incute timore per la sua perfezione, uno spartito, un archetto, ma anche i trucioli ed movimenti calmi ma decisi di Tommaso Pedani, giovanissimo liutaio di 28 anni che realizza violini, viole e violoncelli, riunendo in questo mestiere le sue grandi passioni: la musica e l’artigianato.

Tommaso Pedani ad Artigianato e Palazzo dettaglio

 

Fabriano ad Artigianato e Palazzo

Fabriano ad Artigianato e Palazzo

Non poteva non essere presente il mondo di Fabriano ad Artigianato e Palazzo: in fondo alla limonaia, uno stand che è un tripudio di colori, carte, cartelle, matite e quant’altro.

Fabriano ad Artigianato e Palazzo dettaglio

Un grande libro ha accolto i curiosi e gli estimatori di questo grande brand per dare la possibilità di cimentarsi nella calligrafia. Tra colori, carte e sculture di carta, Fabriano si è confermato un marchio essenziale nel mondo della creatività e della manualità a trecentosessanta gradi, senza rinunciare all’eleganza ed alla qualità per un pubblico più vasto.

Fabriano ad Artigianato e Palazzo dettaglio 2

Dea Sandals ad Artigianato e Palazzo

Già si respira l’aria estiva, ma anche la raffinatezza in puro Capri style con Dea Sandals, direttamente dall’isola dei Faraglioni. Un laboratorio sempre in piena attività ed in giro per la realizzazione di sandali capresi e sandali gioiello fatti interamente a mano, su misura, come impone la rigorosa tradizione caprese ma, nel contempo, innovati nello stile. La linea di Dea Sandals si compone in Sandali Gioiello, Sandali Luxury, Sandali Capresi classici ed una linea dedicata alla sposa, tutti perfettamente personalizzabili per indossare storia, eleganza e handmade in Capri.

 

Changing Atmosphere Artigianato e Palazzo

Changing Atmosphere ad Artigianato e Palazzo 3

Già, perché, spesso, sono i dettagli a cambiare un’atmosfera di un interno, di una stanza. Allora perché non farlo innovando?

Changing Atmosphere ad Artigianato e Palazzo 1

E così, Guia, giovanissima architetta di trent’anni, ha lanciato Changing Atmosphere.

Changing Atmosphere ad Artigianato e Palazzo 4

Le bottiglie della vetreria di famiglia dal 1920 (www.vetreriaetrusca.it), specializzata in bottiglie per il vino made in Italy, vengono rielaborate, reinterpretate, tagliate a mano per realizzare vasi o portacandele dal gusto e dal design semplicemente cool.

Changing Atmosphere ad Artigianato e Palazzo 2

Un gusto minimal ed estremamente cosmopolita e l’idea di modificare un oggetto, come una bottiglia che è profondamente industriale, sfruttando la manualità dell’artigianalità, rendono questa realtà davvero interessante: vasi e portacandele lucidi, opacizzati, sinuosi, screziati d’oro, semplici o trasparenti; in totale sono 38 prodotti diversi, uniti però da uno stile inconfondibile, molto lineare, ricercato ed elegante.

 

LAO ad Artigianato e Palazzo

LAO - Le Arti Orafe ad Artigianato e Palazzo

Importante realtà formativa, la LAO jewellery school – Le Arti Orafe – ha esposto i progetti realizzati dagli studenti di questa importante scuola dedicata all’oreficeria fondata nel 1985. Dall’impronta e dalla vocazione profondamente internazionale, la LAO è anche il motore organizzativo di Preziosa – Florence Jewellery Week che si terrà, per il 2017, dal 24 al 28 maggio, con l’intento di scardinare i confini tra arte e gioielleria ed oreficeria e di diffondere la cultura del design d’oreficeria tra il pubblico.


sul magnifico proscenio di firenze è andata in scena la celebrazione del saper fare italiano. il giardino corsini come sfondo, due registi d’eccezione e, come protagonisti, quel patrimonio di tradizioni, manualità, gesti, profumi e materiali, racchiusi nelle menti e nelle mani degli artigiani che fanno parte dell’italianità . una mostra che ha raggruppato eccellenze artigiane, giovani scoperte e sicure conferme, a palazzo, guardando al passato per innovare il futuro. perché “L’avvenire è la porta, il passato ne è la chiave” (Victor Hugo).