Flavio Angiolillo, l’enfant terrible della mixology tra innovazione e made in Italy

In lifestyle, wine and spirits

Nasce a Roma, lavora nelle cucine internazionali dove scopre di preferire i drink. Dopo Montecarlo ed i Caraibi, approda a Milano dove dà vita a quattro locali, creando alchimie di gusto rivisitando le roccaforti dei drink italiani. Ecco a voi Flavio Angiolillo.


Ha inventato il Negroni del Marinaio, un drink che profuma di mare, anice e scorze d’arancio, sulla base di un’altra invenzione alla quale ha partecipato, ovvero l’Old Sailor Coffee, ispirato ai caffè “allungati” dai marinai dell’Adriatico dell’inizio del Novecento. Per un’altra sua creazione si è invece fatto ammaliare dalla Toscana: così nasce Ginepraio, un’alchimia di gusto di ginepro 100% toscano.

Ginepraio by Flavio Angiolillo

Già, perché la terra italiana è continuamente una fonte di ispirazione per Flavio Angiolillo che nasce a Roma per poi trasferirsi in Francia. La passione per il gusto lo porta nelle cucine degli chef internazionali, passando per Montecarlo e per i Caraibi.

 

Poi, nove anni fa, torna in Italia, a Milano questa volta, dove inaugura quattro locali, ognuno con un suo concept specifico, nel quale continuare a sperimentare, innovare, inventare, mixando made in Italy, essenze ed innovazione: il Mag, nella zona dei Navigli,  il 1930, uno speakeasy dall’indirizzo segreto, il BackDoor 43, considerato il bar più piccolo al mondo con i suoi 4 metri quadri ed il raffinato Barba.

Flavio Angiolillo MAG

Innanzitutto, qual è la magia del bartending?

Io mi immagino il bartender come un vero e proprio chef che crea ma che parla anche con i suoi clienti. C’è dunque un rapporto ben più stretto rispetto allo chef di cucina.

Flavio Angiolillo cover

Che rapporto c’è tra mixology e made in Italy?

Un rapporto strettissimo. Ci sono dei brand che hanno fatto la storia dei drink e che sono italiani e riconosciuti all’estero come tali. Gli amari sono italiani.

Il ginepro del GIN è quasi tutto italiano. Le prime pubblicità in questo settore sono state realizzate proprio da brand italiani.

Flavio Angiolillo Farmily 2

Anche oggi, il marketing dei brand italiani più noti è uno dei più innovativi, anche perché bisogna evitare di ricorrere sempre agli stessi cliché, quindi è un continuo sforzo creativo.

Flavio Angiolillo cover 2

E qual è il rapporto tra mixology e stile di vita italiano?

La cultura dell’aperitivo è italiana. Devo dire che le cose sono cambiate da dieci anni a questa parte. Prima la gente pensava solo alla cosiddetta “bella vita”, mentre oggi vedi molti giovani che amano innovare, lavorare, inventare, creare.

Flavio Angiolillo classica

Infine, tu come unisci questo heritage italiano con le tue continue innovazioni?

Inventando! Ad esempio, il Farmily è un distillato che è molto mediterraneo perché utilizza spezie delle coste del mare Mediterraneo.

Angiolillo Farmily

Anche il Ginepraio utilizza solo ginepro al 100% Toscano. Poi c’è Old Sailor Coffee: per quest’ultimo abbiamo pensato all’abitudine dei marinai del mar Adriatico che, quando dovevano salpare – siamo agli inizi del Novecento – mixavano il loro caffè con anice e scorze d’arancio.

Le Route Flavio Angiolillo

Natura e lifestyle italiani continuamente rivisitati per realizzare incroci di gusti, sapendo combinare, quasi come un alchimista, sapori, odori, sentori, unendo le tracce d’italianità con un respiro internazionale. Perché “La vita è troppo breve per bere vini mediocri” (Goethe).