Mani del Sud: papillon artigianali in famiglia

In accessori, moda, papillon, territori

Qual è uno dei simboli dell’eleganza maschile? Sicuramente il papillon. Scherzoso, originale, tragicamente chic. Bene. Prendetelo e stravolgetelo, a mano ovviamente, senza neanche un passaggio di macchina da cucire, per giungere ad uno stile nuovo, irriverente, divertente, quello di Mani del Sud, con i suoi papillon e non solo.


Siamo nel Natale del 2013. Tra un dolce ed una tombola, Raffaele e sua madre Carmela decidono di lanciarsi in un’avventura nuova ed entusiasmante: reinterpretare il papillon. La sonnolenza natalizia immediatamente scema ed iniziano a cucire i primi prototipi. Nasce così “Mani del Sud”; una nuova linea uomo dove gli svolazzanti papillon si animano di luce nuova, divenendo dei veri e propri gioielli da indossare.

Cotton bow tie Mani del Sud

Così la moda maschile si popola di nuovi inquilini: BRANCH, nel quale la simmetria tipica di questo accessorio viene rotta da foglie decorative, SLASH WOOL che gioca sui colori, KING che presenta quasi un’illusione ottica con i suoi due baffi, PLUME che punta tutto sulla leggerezza delle piume, PRINCE, il fratellino di BRANCH ed il fascinoso BAROQUE. Tutto all’insegna della sperimentazione, unita con l’artigianalità del “fatto a mano” e la voglia di creare un nuovo stile.

Silk bow tie Mani del Sud

Così mi spiega Raffaele, stilista e consulente a Firenze:

Tutto nasce in realtà per motivi di origine: io sono lucano e mi volevo, in qualche modo, avvicinare alla Basilicata ed alla mia famiglia.

Da qui anche il nome, “Mani del Sud”, per raccontare le proprie origini ma anche la manualità insita in ogni creazione:

I nostri papillon sono interamente realizzati a mano e non prevedono alcun passaggio a macchina. Usiamo cotone o seta ed i papillon sono prodotti tra la Toscana e la Basilicata: in Toscana ci sono io, in Basilicata c’è mia sorella.

King Cotton Mani del Sud

Sei sono i disegni preparatori per reinterpretare con brio questo accessorio maschile: ma perché proprio i papillon?

Il papillon è un nodo che unisce due parti, proprio come “Mani del Sud” che in qualche modo ha riunito me ed il territorio ed ha avvicinato me alla mia famiglia con il lavoro. Anche questo senso di unione si riflette nel brand, proprio per l’unione di diversi territori. Lo sbilanciamento dei papillon è voluto ed ha successo perché così facendo questo accessorio diventa un gioiello: l’uomo tendenzialmente non è abituato a portare dei gioielli ma, indossando uno dei nostri papillon, può portare qualcosa di elegante e prezioso.

Velvet backpack Mani del Sud 1

L’idea di Mani del Sud è giunta come finalista all’edizione 2015 di Who’s the Next:

In quella occasione ho presentato anche uno zaino, che ha una tasca porta papillon semitrasparente. Il papillon diventa così ricordo del passato e della tradizione che si intravvede perché è timido, come la Basilicata e questa metafora è ancor più visibile con la contrapposizione dello zaino che invece ha un carattere altamente urbano.

Ma le creazioni di Mani del Sud non sono piaciute solo alla community di Who’s the Next, ma anche a J-AX:

Who’s the Next è stata un’ottima occasione per aumentare la visibilità di Mani del Sud. J-AX ha utilizzato le nostre creazioni per la sua tournée ed anche per The Voice e sono previste anche molte presenze di Mani del Sud a Sanremo.

Silk shirt Mani del Sud

Ed anche i clienti sono internazionali: Mani del Sud distribuisce in Canada, in Giappone, in Australia, a Dubai, a Londra, a Parigi ed in Italia: Roma, Napoli, Sicilia, Puglia, Firenze.

Così, Raffaele con la madre Carmela e la sorella Rosanna, con Mani del Sud rivoluziona, artigianalmente, un tocco di eleganza maschile. E pensare che Raffaele, con un diploma al POLIMODA ed una laurea in Storia dell’Arte, si è sempre dedicato allo stile femminile:

Si, però ho travato che la moda maschile sia altrettanto stimolante, perché, paradossalmente, dà un’estrema libertà di pensiero e di espressione.

Ricapitoliamo, mani del sud è qualcosa che va oltre i papillon: è un intreccio di amore per la propria terra, ma anche per l’artigianalità, in un continuo gioco di rimandi, stilistici e simbolici, annodati, come un papillon, dall’artigianalità. perché, in fondo, “Raramente la gente discerne l’eloquenza sotto un mantello logoro” (Giovenale).