Dario Cestaro ed i suoi Pop-UP analogici

In Arte, carta, Libri

Con la carta crea mirabolanti strutture scenografiche che si aprono davanti agli occhi facendo sognare tutti. Con lui, la carta diventa tridimensionale e protagonista delle storie, non semplice supporto. I suoi libri sono un cult in tantissimi paesi del mondo. Un suo progetto può richiedere anche diversi mesi di preparazione. Ma il risultato è sempre strabiliante. Dal suo laboratorio di Venezia, passando per l’editoria e per la TV con “Detto Fatto”, arriva su Italian crafting Dario Cestaro, l’artista della carta.


Chi l’ha detto che la carta è solo bidimensionale? E che i pop-up siano solamente quegli annunci che spuntano quando meno te l’aspetti mentre navighi su internet? E vuoi mettere l’emozione di aprire un libro e vedere comporsi davanti a sé, tra le mani, delle vere e proprie sculture di carta, delle scenografie di storie, realizzate “solo” con carta, colori, creatività, ingegno e fantasia? Bene, questo è il mondo di Dario Cestaro, un mondo un po’ di altri tempi, con i suoi pop-up sicuramente più affascinanti e simpatici di quelli digitali.Dario Cestaro

La carta come non l’avete mai vista

Illustrazioni, giocattoli, libri magici. Ma anche architetture, tableaux, paper design. Sono praticamente mille le declinazioni che la carta, con le mani e la testa di Dario, può assumere. L’obiettivo? Sempre lo stesso: creare stupore, raccontare una storia, far sognare con una tecnica un po’ agée che oggi, al tempo del digitale, è sempre più entusiasmante.

Case pop-up di Fabio Cestaro

Ogni taglio di carta, ogni colore, ogni dettaglio serve a generare emozioni, stupore, allegria. L’effetto “WOW” è assicurato con Dario Cestaro, 45 anni, veneziano DOC che mi spiega:

Nell’epoca del digitale, il pop-up non teme rivali, devo dire. Un pop-up ha a che fare con lo spettacolo per generare emozione, sorpresa.

Pop Up in blu

E sono tante le emozioni e le sorprese che Dario crea con i suoi progetti di carta, alcuni semplici altri estremamente complessi, tutti studiati al millimetro per avere un effetto spettacolare partendo da uno dei materiali più semplici, la carta:

Scenografia Dario Cestaro

Sicuramente i pop-up sono una forma di espressione artistica. La carta è un materiale domestico e chiunque ha avuto un approccio con la carta, con la quale è sempre un piacere, per tutti, giocare.

Sarà anche per questo che i suoi corsi sono sempre molto attesi, durante i quali Dario spiega alcuni trucchi per avvicinare un po’ tutti a quest’arte.

Dario Cestaro autofficina

 La storia di Dario.

Dario Cestaro con un libro

Con Dario andiamo a Venezia, dove studierà all’Accademia di Belle Arti perché lui l’arte ce l’ha nel sangue da sempre.

Dario Cestaro Flammarion

Mi sono iscritto all’Accademia un po’ tardivamente ed ero continuamente indeciso tra fare l’illustratore o il ballerino. Da un lato, anche con esperienze nei villaggi turistici tra danza e mimo, dall’altro il disegno è sempre stata una costante.

Dario Cestaro Ponti

In realtà, a ben vedere, seppur l’illustrazione ha preso il sopravvento sulla danza, le sue creazioni hanno quel qualcosa di spettacolare, di scenografico, di coinvolgente, molto show insomma, che ricordano l’approccio allo spettacolo, alla danza.

Dario Cestaro spettacolare

Dario mi racconta che, dopo un’esperienza in Mattel come designer di giocattoli, decise di tornare a Venezia per vivere con la sua compagna ed iniziò a dedicarsi sempre più all’illustrazione, frequentando assiduamente la fiera del libro di Bologna.

Presepe Dario Cestaro

Un mio progetto piacque molto ad un editore con il quale iniziai a pubblicare, ma lui voleva qualcosa tridimensionale. Io non avevo mai realizzato una cosa del genere ma avendo già un’esperienza con i giochi, mi sono buttato ed è stato un successo. Da allora, ho iniziato a lavorare per l’editoria. Dal primo libro sono rimasto così soddisfatto che mi ha dato lo slancio emotivo per proseguire su questa scia.

Nave di Dario Cestaro

E così il mondo di Dario Cestaro inizia ad essere apprezzato in Italia e non solo, incastonandosi in operazioni editoriali di grande pregio:

I libri che si basano su pop-up sono delle operazioni editoriali che assomigliano ai blockbuster. Gli editori cercano professionisti in questo settore anche perché implicano grandi investimenti. Ed in Italia sono l’unico che si è dedicato a queste operazioni con continuità.

Libro di Dario Cestaro

Città ed architetture di carta

Dario Cestaro Città

Tra le mille sfaccettature delle creazioni di Dario, sicuramente la serie dedicata alle città è una delle più spettacolari.

Firenze Dario Cestaro

Da scenografie della nostra vita, a scenografie delle storie che possiamo noi stessi creare guardando le costruzioni architettoniche, le città, curate nel più minuzioso dettaglio, sono realizzate da Dario esaltandone ogni minimo particolare, iniziando dalla sua città, Venezia.

I tesori di Venezia Dario Cestaro

Io vivo a Venezia, per cui ho deciso di iniziare da questa città. Questa pubblicazione è stata un’ottima occasione per riscoprirla, non solo rispolverando i miei studi artistici, ma anche perché volevo restituire una serie di miniature delle icone architettoniche della città, le più rappresentative. E devo dire che è molto apprezzata non solo dagli stranieri e dai turisti, ma anche dagli stessi veneziani.

Dario Cestaro Basilica della Salute

E così, la carta ripercorre le bellezze artistiche ed architettoniche di alcuni dei gioielli italiani, in un viaggio – di carta – che ha coperto anche Milano, Firenze ed ovviamente Roma.

Dario Cestaro Firenze

Poi ho deciso di realizzare anche qualcosa per un target più giovane, dedicando un libro pop-up a tutta l’Italia e così nasce “Le meraviglie d’Italia Pop-Up”.

Dario Cestaro Touring Italia

Ma cosa vuol dire, oggi, lavorare con le mani in un mondo così digitalizzato?

Penso che ci sia un grande ritorno verso la manualità. Certo, il digitale è molto utile ma lavorare manualmente è qualcosa che ti dà la possibilità di meditare, a me dà piacere, mi rilassa. Lavorando con la carta, entro in contatto con me stesso. E poi la carta ti permette di essere gratificato con un materiale accessibile.

Illustrazioni Dario Cestaro

Come avviene il tuo processo creativo?

Tutto parte dal progetto. Posso impiegare due giorni ma anche diversi mesi se il progetto è complesso perché, a volte, posso aver bisogno di più tempo per “digerire” un progetto complicato. La mia è un’arte applicata, quello su cui lavoro è un progetto unico. Quando lavoro, parto da un’idea ma spesso il progetto prende altre strade, quasi autonomamente, e si sviluppa con il progetto una specie di dialogo, perché magari ci sono delle cose che non avevi preventivato. E così viene fuori qualcosa di nuovo.

Detto Fatto Dario Cestaro

E tu insegni anche:

Certo ed anche insegnare è emozionante, perché è essenzialmente un momento per riflettere su quello che fai.

Albero di Natale Dario Cestaro

E qual è il momento più emozionante di una persona che come te crea stupore?

È la fase creativa, quella nella quale mi viene in mente un’idea nuova. Anche se, devo dire, uno dei momenti più emozionanti di sempre, quello che mi è rimasto più impresso in mente, è quando ho visto realizzato il primo libro. In quel momento mi sono venute in mente tante altre idee che poi ho realizzato.

Castello di carta illuminato Dario Cestaro

 

Carta per sbalordire, per raccontare, per sorprendere, grandi e piccoli. Carta da plasmare, colorare, tagliare, incollare. Tutto per quel momento di stupore aprendo un libro, squadernando un plico. Carta per creare scenografie e mondi lasciati alla nostra immaginazione. Un microcosmo, quello di Dario Cestaro, colorato e strabiliante, nel quale abilità e creatività si fondono all’unisono per sbigottire con una semplicità “analogica” che, oggi come oggi, è sempre più rara e preziosa. Perché, in fondo, “Quel che la favola ha inventato, la storia qualche volta lo riproduce” (Victor Hugo).