Fabio Attanasio: un gentleman 2.0

In blogger, giovani, occhiali, orologi, sartoria

Ha creato The Bespoke Dudes, il gotha online della sartorialità per gentlemen contemporanei. Velasca gli ha dedicato una collezione. Collabora con brand come Omega. È uno dei top influencer nel campo dell’abbigliamento maschile sartoriale. E da poco ha lanciato una linea eyewear artigianale che è già must. Benvenuti nel mondo di Fabio Attanasio, fatto di eleganza, sartorialità, passione e tanta simpatia.


Attanasio da Talarico

È l’enfant terrible del bespoke tra internet, eyewear e simpatia. Con The Bespoke Dudes, Fabio Attanasio, classe 1987, ha dato libero sfogo alla sua maniacale passione per la sartorialità e per gli artigiani in questo campo. Giacche, tagli, tessuti, camicie, gemelli, calzini, scarpe, occhiali. Ma anche pochette, stile di vita, buon gusto. Un thesaurus dell’eleganza maschile made in Italy sartoriale tutt’altro che polverosa, di un ragazzo che interpreta e reinterpreta, a volte con coraggio, la propria vita ed i canoni classici dell’eleganza bespoke.

Fabio Attanasio a Milano

E pensare che doveva fare l’avvocato.

Fabio Attanasio in una sartoria

Laurea in legge alla Bocconi nel 2012, le norme della sartorialità nel sangue e coraggio di uscire dalla propria “comfort zone” per inseguire la propria passione.

Ma com’è nata l’idea? Ecco cosa mi racconta Fabio.

L’idea è nata durante un viaggio in Argentina dove mi trovavo per un semestre lungo di studio. Ero con un’amica ed entrambi studiavamo diritto ambientale. In realtà la mia amica stava studiando, io invece continuavo a stare online a guardare siti come The Sartorialist che erano divenuti una mia ossessione. La mia amica ad un certo punto mi dice: “Ma perché non ti apri un sito tuo?”. La mia prima reazione è stata di rifiuto. Già mi vedevo in una law firm in stile americano. Ed invece eccomi qui.

 

 

E così, Fabio si laurea nel 2012 ed inizia ad entrare fisicamente nelle sartorie, scrutando i sarti, ascoltando e raccontando le loro esperienze, le loro tecniche, i loro tessuti, per far vedere soprattutto agli altri il mondo della sartorialità e dell’eleganza maschile:

All’inizio era un po’ difficile. Non ero giornalista. Non ero cliente. Insomma, era un po’ complicato ed è ovvio che ci siano delle resistenze iniziali. Però ero il primo in Italia a parlare di sartorialità in due lingue. E poi ho da subito portato un punto di vista giovanile sul mondo.

Fabio Attanasio da un sarto

E così pian piano The Bespoke Dudes inizia a crescere. Arrivano le prime interviste su giornali esteri. I clienti dei sarti che Fabio raccontava iniziavano a riconoscerlo e così l’avventura di The Bespoke Dudes ha iniziato a decollare, così come le collaborazioni con brand sempre più prestigiosi:

 

 

Oggi collaboro con molti brand, come Omega, con il quale sono particolarmente legato perché ho sempre amato i loro orologi. Poi non posso non citare Velasca: siamo cresciuti ed esplosi praticamente insieme.

 

View this post on Instagram

No mum, I did not become a medical doctor overnight, but at least I had the best time ever at @omega Headquarters, learning how to dismantle and assemble a movement 😏 See more in my Instagram Stories, where we show how an anti-magnetic movement keeps its precision, despite the close presence of a magnet⌚️••• No mamma, non sono diventato medico nottetempo, ma in compenso ho trascorso un fantastico pomeriggio presso la sede italiana di Omega, imparando a smontare e rimontare un movimento 😁 Tutta l'esperienza é documentata nelle mie Stories, dove mostriamo anche l'efficacia dei nuovi movimenti anti-magnetici, che conservano assoluta precisione, nonostante la vicinanza di una calamita alla cassa dell'orologio ⌚️ #omega #thebespokedudes #watchmaking

A post shared by The Bespoke Dudes (@fabioattanasio) on

 

Fabio Attanasio in cappotto marrone

E con THe Bespoke Dudes Eyewear si aprono nuove visioni sull’artigianalità made in Italy

Fabio Attanasio eyewear

Come uno specchio o un Pigmalione, l’eleganza sartoriale descritta in The Bespoke Dudes è rispecchiata nei riflessi della linea eyewear: The Bespoke Dudes Eyewear. Occhiali rigorosamente fatti a mano, da artigiani. I nomi delle collezioni (6 fino ad ora) ovviamente hanno un’eco sartoriale.

Campagna Pubblicitaria Attanasio Dudes

Non posso tradire i miei lettori e quindi propongo occhiali fatti a mano, completamente made in Italy, lenti comprese. È un artigiano di 82 anni colui con il quale abbiamo iniziato e piano piano abbiamo coinvolto altri artigiani.

Eyewear Fabio Attanasio

Fabio Attanasio eyewear

Fabio Attanasio produzione

Quindi occhiali sartoriali?

Certamente. Queste linee sono state la naturale continuazione della mia passione sartoriale: come la giacca del sarto parte da zero, anche i miei occhiali sono pezzi unici. E così facendo si dà lavoro anche a molti artigiani.

Collezione Attanasio eyewear

Attualmente, le collezioni hanno oscillato su due materiali: l’acetato, sempre montato a mano, ed i metalli, del calibro del rodio bagnato in oro 24 carati con placcatura con 4 micron.

Produzione occhiali Attanasio

La placcatura del rodio 24 carati avviene con 4 micron d’oro e non con i 2 micron come avviene sul mercato.

L'artigiano di Fabio Attanasio

E come nasce questa nuova avventura?

Ho iniziato con il mio socio con 3.500 euro a testa, guadagnati quando ho fatto il commesso mentre scrivevo la tesi. Ho sempre amato gli occhiali e spesso le mie scelte in fatto di occhiali hanno destato interesse. Allora mi sono detto: “Perché non farlo?” E così abbiamo iniziato un pre-ordine e li abbiamo messi online. Così con il primo ordine abbiamo avuto 100 richieste, fino a raggiungere 2000.

Collezione Attanasio eyewear

pubblicità Fabio Attanasio Eyewear

E così dal 2015 il panorama dell’eyewear si sta popolando di una nuova filosofia di prodotto, la naturale continuazione dell’eleganza e dello stile sartoriale.

The Bespoke Dudes Eyewear Fabio Attanasio

Collezione Attanasio eyewear

E quali le prossime novità?

Spaziamo con i materiali, soprattutto con prossimi materiali preziosi. Tra questi, ti anticipo, il corno naturale, estremamente pregiato.

Collezione Attanasio eyewear

Collezione Attanasio eyewear

Dunque, una linea eyewear destinata a divenire sempre più ricercata e di nicchia, tra innovazione e design, all’insegna dell’artigianalità.

Collezione Attanasio eyewear

A tu per tu con Fabio: tra creatività e sartorialità

Sartoria con Attanasio

Fabio, ma cosa ti piace di più del mondo della sartoria e dell’artigianato?

Beh, sicuramente l’unicità della creatività. Sai, spesso, la perfezione estrema che trovi nei capi seriali è sicuramente apprezzabile, ma non è unica. Sartorialità vuol dire avere un rapporto con il sarto e sapere che quella giacca, ad esempio, è stata così confezionata perché in quel momento il sarto aveva quello stato d’animo. Ma significa anche che tutto dipende dalle tue scelte: io so perfettamente chi ha realizzato i miei pantaloni, non delego le scelte ad un ufficio stile.

Fabio Attanasio ed un sarto all'opera

Gusto classico sartoriale nella prospettiva di un giovane: come conciliare questi due elementi?

Diciamo che il mio stile è sicuramente un classico, vestito però da un giovane.

C’è un bilanciamento chimico tra i canoni standard del classico ed il guizzo di creatività.

Da un lato la giacca deve essere fatta in un determinato modo, le proporzioni di un taglio di pantaloni idem e così via. Dall’altro però c’è la personalizzazione, l’interpretazione personale. Bisogna trovare un equilibrio.

Fabio Attanasio con un sarto

Qual è il rapporto tra i giovani e la sartorialità artigianale, oggi?

Oggi c’è sicuramente un nuovo interesse. Lo si vede dal comportamento di grandi brand che vogliono dare l’impressione del “su misura” anche se ovviamente non è propriamente così. Tra l’altro, su Instagram, la maggior parte dei miei follower va dai 25 ai 34 anni.

 

 

E dunque quali consigli ai giovani per apprezzare il tuo mondo, la tua cultura?

Tengo a dire che l’eleganza è totalizzante e coinvolge tutto: non è solo modo di vestire, ma anche modo di parlare, di muoversi, di vivere, insomma.

Detto ciò, l’unico mio consiglio è questo: non cercate il logo, cercate la qualità! Evitate di difendervi con lo scudo facile e desueto del logo. Oggi stiamo tornando alle origini.

dettaglio sartoriale Fabio Attanasio

In medio stat virtus. E con Fabio Attanasio si armonizzano elementi apparentemente opposti: tradizione ed innovazione, sartorialità analogica e web 2.0, business ed artigianato, materiali innovativi e tecniche antiche. Il risultato? un bell’esempio per molti altri, Un mondo equilibrato, nato dal coraggio e dalla passione di un giovane che ha creduto in se stesso e nella bellezza. E nella sartorialità, perché L’abbigliamento è, al tempo stesso, una scienza, un’arte, un’abitudine, un sentimento” (Honoré de Balzac).