Luigi Bevilacqua: trame pregiate di una storia lunga quattrocento anni

In arredamento, moda, territori, tessuti

usano ancora telai originali del 1700. arrivano ad intrecciare artigianalmente fino a 16 mila fili di seta. la casa bianca, il cremlino ed il quirinale ospitano i loro tessuti, amati da Dolce e Gabbana e Maison Valentino. stiamo parlando della tessitura Luigi Bevilacqua, adagiata sul Canal Grande da oltre quattro secoli.


Come mani di un’arpista, una tessitrice di Bevilacqua intreccia fili di seta per produrre opere d’arte, non un semplice tessuto di cotone o di seta. Quella stessa seta portata da Marco Polo nella Repubblica Serenissima di Venezia che, nel 1500 già contava oltre sei mila telai. Oggi, a mantenere questa tradizione c’è la Tessitura Luigi Bevilacqua: un mondo fatto di tessuti pregiati, velluti jacquard, profonda maestria, senso estetico, sospesa in equilibrio sul filo tra innovazione e tradizione.

trame pregiatissime: VElluto di seta, velluto soprarizzo, jacquard

La Tessitura Luigi Bevilacqua produce tessuti di pregio per la moda, l’arredamento ed il design. Fantasie animalier, astratte, tradizionali, innovative. L’archivio storico, con più di 3.500 disegni, è fonte di ispirazione per i più famosi stilisti e designer di tutto il mondo. Le creazioni Bevilacqua, annoverata tra le imprese storiche d’Italia, ordiscono tessuti per l’arredamento e tendaggi di pregio per dimore storiche, case private, domus auree, palazzi reali, strutture del calibro del Palazzo reale di Stoccolma, del Cremlino, della Casa Bianca ma anche del Quirinale. Ma Bevilacqua tesse anche per l’alta moda ed il prét-à-porter: sono da tempo fornitori di Dolce e Gabbana e, recentemente, nelle passerelle parigine i loro tessuti hanno accompagnato le creazioni di Maison Valentino.

Dietro tutto questo mondo ci sono mani che tessono, con passione, pazienza, sapienza. Operazioni centenarie con strumenti settecenteschi: vengono utilizzati gli stessi telai del Settecento. Operazioni che, guardate dal vivo, trasmettono la stessa sensazione di guardare un musicista all’opera.

Telaio Bevilacqua

Ma quanto è complesso il processo di produzione? Così ci risponde l’A.D. Alberto Bevilacqua.

Sono operazioni molto complesse. Per l’ordito, ad esempio, si arriva a 16 mila fili di seta. Ma non finisce qui. Ogni venti metri di ordito, bisogna re-impostare i fili, ognuno dei quali va attaccato al telaio uno ad uno. Questa operazione dura due settimane. Poi, la produzione può riprendere, per altri venti metri.

Tessitura stampa Luigi Bevilacqua

Il principe dei tessuti pregiati è il velluto soprarizzo, un velluto “tagliato”, più chiaro, più vivo, tridimensionale:

Soprarizzo velluto Bevilacqua

dai mosaici romanici all’art nouveau passando per il barocco: 3.500 disegni per lo stile contemporaneo

Showroom Bevilacqua

L’archivio di Luigi Bevilacqua si compone di 3.500 disegni con i quali i clienti, assieme alla Tessitura, scelgono i disegni, spaziando, reinventando, reinterpretando con stile contemporaneo:

Il nostro archivio è continua fonte di ispirazione. Spesso prendiamo spunto dai disegni che abbiamo acquisito nel corso dei secoli e, anche sulla base delle indicazioni del cliente, li riproduciamo o li re-interpretiamo. Altre volte, invece, le fantasie vengono create ad hoc. Anche in questo caso, il processo è comunque interamente artigianale.

Tessitura Bevilacqua dettaglio spoletta

Nuove fantasie prendono sempre nuove forme. A volte anche fantasie animalier:

Cuscino animalier Bevilacqua

Poniamo sempre tantissima attenzione anche alle varianti cromatiche che dipendono dal disegno. Ad esempio, per le “macchie” del leopardo o della tigre abbiamo bisogno di 13 filati di seta per riprodurre le nuance di colore.

per una moda contemporanea: le creazioni bevilacqua pizzinato

Bevilacqua Pizzinato Gondolino

Borse gioiello, pochette e borsoni, ma anche stole, gilet, cappotti, giacche, stole e cappe: con Bevilacqua Pizzinato, il nuovo marchio dedicato alla moda contemporanea, la tradizione tessile si reinventa per una moda creativa ed innovatrice.

Showroom Bevilacqua Pizzinato

Un’alchimia che si ripete da secoli

Già,  è dal 1.700 che a Venezia i Bevilacqua producono senza sosta, con una costanza ed una passione invidiabili. Stessi gesti che vengono ripetuti all’unisono, così come uno stesso spartito del settecento viene ripetuto con le stesse movenze da parte di uno strumentista.

cuscino-broccatello-rinascimento-oro

Ma qual è il momento più magico?

Quando il tessuto inizia a comparire – spiega Alberto Bevilacqua. Quando nasce il disegno. Dopo una lunghissima preparazione del telaio, non si è mai certi del risultato finale. Così tanti fili! Eppure, man mano che la tessitrice lavora, il tessuto inizia a comparire. È emozionante, sia per me, sia per la tessitrice. Il tessuto che vien fuori è materia viva. Spesso il velluto, ad esempio, è così cangiante che cambia di tonalità sulla base della luce. È una grande soddisfazione.

Una soddisfazione così grande solo un lavoro artigianale la può dare.

L’artigianalità ha a che fare con l’Uomo. È un processo in cui è la persona che fa la differenza. Anche un piccolo difetto in una stoffa, ad esempio, è indice di artigianalità, dell’unicum. L’artigianalità implica sempre una partecipazione fattiva della persona che tesse, un suo apporto umano. Spesso, le tessitrici che hanno lavorato con noi, ormai in pensione, tornano in azienda, e si emozionano perché vedono che quel che loro hanno portato avanti ed hanno trasmesso alle più giovani, continua ad accadere. In realtà, tutto sarebbe andato perduto senza di loro.

Dettagli Bevilacqua mano che tesse

L’alchimia continua a realizzarsi. Ed a rinnovarsi. Ma quali sono i progetti per il futuro?

Sicuramente dare visibilità a quel che facciamo. Molti nella stessa Venezia non ci conoscono. Eppure siamo l’unica attività produttiva sul Canal Grande!

E poi vogliamo sondare sempre più l’idea di proporre i nostri tessuti come oggetti di arredamento tout court. Sono così ricercati che non devono essere per forza un completamento di un altro oggetto, come ad esempio possono essere utilizzati come quadri.

Showroom Bevilacqua blu

In Bevilacqua si ordiscono storie che raccontano del futuro declinandolo sulla tradizione, ripetendo gli stessi gesti da oltre quattro secoli, reinventando la bellezza in pezzi unici di colori, fantasie, raffinatezza.

Tessuti vivi, artigianali, umani. “L’anima nostra è fatta di fasi cangianti, come la seta è tessuta di colori cangianti, e le nostre fasi sono spesso incongrue. Tutto ciò che è vero è incongruo” (Wilde).