ForModa, la fucina dei sarti

In moda, museo, territori

 


nel borgo di Penne, IN ABruzzo, la Fondazione ForModa forma i Futuri sarti, legati all’innovazione con il filo della tradizione


Ago e filo. Ma anche forbici e gessetti. Bottoni di qualsiasi genere. L’immancabile metro, possibilmente appeso al collo come uno stetoscopio per un medico. Ecco le prime cose che i ragazzi e le ragazze che decidono di diventare sarti vedono nella Fondazione ForModa.

È una scommessa, quella di imparare un mestiere, spesso davvero vincente.

 

cloth-1716632

Incastonata nella cittadina di Penne, arroccata sul Gran Sasso, in Abruzzo, anche la Fondazione ForModa ha raccolto una scommessa: divenire uno dei principali punti di riferimento per la sartorialità, la cultura ed il management della moda, grazie all’intuizione di Lucio Marcotullio, il Presidente della Fondazione.

competenze e cuore al servizio della SARTORIALItà.

tailors-chalk-517030

Italiano, ma anche tendenze e moda; CAD ed organizzazione del lavoro; sartoria e confezioni: queste sono alcune delle principali materie che i ragazzi che decidono di intraprendere questo percorso per divenire Sarto e tagliatore artigianale devono padroneggiare.

Di recente si è anche tenuta la cerimonia di consegna degli attestati, come svela il servizio di Lucio Valentini per il TG Regione Abruzzo di RAI 3:

il territorio, la vera sorgente di ispirazione

rocca-calascio-1310004

L’Abruzzo, terra di mare e di monti, dei trabocchi dannunziani e delle guglie della Maiella e del Gran Sasso, ha da sempre raccontato storie di eccellenze. Oltre ai profumi dei suoi prati, alle essenze dei suoi vigneti ed al suo colorato patrimonio gastronomico, questa terra è stata la sorgente di una profonda, inesauribile tradizione che ha a che fare con il tessuto: il ricamo, il tombolo, la sartoria da uomo hanno da sempre impreziosito il territorio, dando ispirazione e linfa vitale ad un territorio nel quale nomi come Brioni e Caraceni hanno potuto fiorire per diventare veri e propri punti di riferimento del settore del made in Italy.

bobbin-lace-663804

In questo continuo filare, che quasi riecheggia del suono del vento tra le vette degli Appennini, la Fondazione ForModa continua la sua opera di formazione, un punto di irradiamento della cultura del bello.

I giovani sarti mischiano il proprio gusto giovane e giovanile con le tradizionali tecniche di confezionamento, sotto lo sguardo e le mani vigili dei maestri sarti, che hanno toccato nella loro vita tessuti di ogni fattura, bottoni di ogni forma, aghi di ogni grandezza.

thread-1083461

Così, veri ambasciatori del made in Italy si formano, pronti per unire innovazione e gusto attuale con la tradizione, con tutta la maniacale ricerca della perfezione nel singolo dettaglio, sia esso bottone o impuntura, per raggiungere quel vestito perfetto, una seconda pelle ma, soprattutto, per raggiungere il bello.

perchè, si sa, “la bellezza salverà il mondo”. parola di dostoËvskij.